Uno dei teatri più conosciuti e apprezzati al mondo, considerato il tempio della musica e dell’opera. Nel 1816 Stendhal lo definisce il primo teatro al mondo perché dà il massimo godimento musicale.

Fu il signore di Milano Bernabò Visconti a far edificare nel 1381 la Chiesa di Santa Maria della Scala, dal nome della moglie, Regina della Scala, che divenne cappella imperiale e reale della casa d’Austria.

Nel 1776, con decreto dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria, la chiesa fu soppressa e al suo posto fu edificato il teatro che proprio dalla chiesa prese il nome.
L’incarico fu affidato all’architetto Giuseppe Piermarini che si ispirò alla Reggia di Caserta, e optò per una sala all’italiana in un edificio dalle forme neoclassiche.

I lavori di costruzione furono finanziati da agiate famiglie milanesi che ne detenevano la proprietà attraverso le quote dei palchi, dove ospitavano i loro invitati e gestivano la vita sociale.
Il Teatro alla Scala di Milano venne inaugurato il 3 agosto del 1778 con Europa Riconosciuta di Antonio Salieri.
Durante le prime stagioni vennero rappresentate le opere dei migliori compositori dell’epoca, Gioachino Rossini, Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini, che avviarono la stagione del melodramma italiano.

Nel 1839, il Conte di San Bonifacio inaugurò la fortunata era di Giuseppe Verdi che, nel 1842, trionfò col Nabucco, suscitando un forte sentimento patriottico.
Nel 1943 il teatro fu danneggiato dai bombardamenti. I lavori di ricostruzione furono avviati immediatamente e furono completati nel 1946. La nuova inaugurazione fu affidata ad Arturo Toscanini, accolto trionfalmente con il Concerto della Ricostruzione.

Dagli anni cinquanta in poi, si sono esibiti sul palcoscenico del Teatro alla Scala le grandi voci di Maria Callas, Renata Tebaldi, Mario del Monaco, Luciano Pavarotti, Placido Domingo, i grandi coreografi e ballerini come Rudolf Nureyev e Carla Fracci, e i migliori direttori, da Victor de Sabata, Claudio Abbado, a Riccardo Muti.

Gli elementi architettonici della facciata dell’edificio, nel rispetto della ricerca di sobrietà di Piermarini, sono in pietra chiara di Viggiù. L’unico elemento decorativo è il bassorilievo rappresentante il Carro di Apollo che impreziosisce il timpano.
La platea è a forma di cavallo e ospita 678 posti a sedere, è pavimentata con legno a vista disposto in strati speciali per ottimizzare l’acustica.
I palchi sono di color avorio con decorazioni in oro e rivestiti di damasco rosso.

Oggi, con 284 alzate di sipario tra opera, belletto, concerti, il Teatro alla Scala conferma la sua meritata fama e l’idea di teatro di qualità.
Oltre agli spettacoli, offre numerosi eventi, come un programma di visite guidate aperte al pubblico per conoscere il dietro le quinte di ogni rappresentazione, gestito da guide specializzate e disponibile su prenotazione.
Il Progetto Grandi Spettacoli per Piccoli, per portare i bambini alla Scala.
Le visite al Museo Teatrale alla Scala, inaugurato nel 1913 nell’ex Casino Ricordi annesso al teatro, che ospita la collezione al Museo tra le più ricche e invidiate al mondo, tra cui la collezione Sambon.

Per maggiori informazioni, visitare il sito del Teatro alla Scala di Milano: www.teatroallascala.org/